Architetti e designer

Valerio Cometti

Valerio Cometti

Nato in Veneto nel 1975, Valerio Cometti si laurea in Ingegneria Meccanica presso il Politecnico di Milano. Dopo alcuni anni di esperienze internazionali, torna in Italia e fonda V12 Design, studio di Industrial Design con sede a Milano e sede associata a Sydney, Australia.

Nel Settembre 2006, Valerio Cometti viene scelto per curare il ritorno di Brionvega: Valerio ed il suo team disegnano e sviluppano Alpha il primo televisore a cristalli liquidi del leggendario marchio italiano. In Aprile 2008, contemporaneamente al Light + Building di Francoforte ed al Salone del Mobile di Milano, viene presentata Katana, la sculturale piantana in fibra di carbonio per ITre.



Maggio 2008: nasce la collaborazione con LaCimbali. Dopo Castiglioni, Sottsass, Bonetto e Giugiaro, disegnare le più famose macchine da caffè del mondo diventa responsabilità di Cometti. Dopo solo un mese, nel Giugno 2008, viene presentato Primo, il prestigioso televisore in cristallo ed alluminio che segna il ritorno di Séleco, altro marchio storico dell’elettronica italiana. Alla fine del 2008 viene presentato il progetto Canova, rivoluzionario notebook a doppio schermo per l’americana Estari. In tutto il mondo del personal computing non si parla d’altro.

Aprile 2009: ad Euroluce vengono presentate quattro nuove famiglie di lampade per altrettanti prestigiosi marchi. Le tecnologiche Ivy per Luxit, le riconoscibili Zoom per Alt Lucialternative, l’ingegneristica Bow per Aureliano Toso e le eleganti Icon per ITre. L’accoglienza è ottima: pur diversissimi fra loro, tutti questi progetti rappresentano appieno l’approccio al design di Cometti. A ottobre 2009 viene presentata la nuova macchina professionale per caffè Q 10 e Barcode per LaCimbali e Faema. A gennaio 2010 viene presentato a IMM di Colonia il mobile Cantonale disegnato per Riva 1920 e il prossimo aprile saranno presentati a Light + Building di Francoforte, le nuove famiglie di faretti firmate per I Tre.

comments powered by Disqus