Barbecue e cucina outdoor

Come scegliere un barbecue a legna, i consigli di Linea VZ

Come scegliere un barbecue a legna, i consigli di Linea VZ

Un barbecue a legna permette di cucinare all'aperto pietanze dal gusto ineguagliabile, impossibile da ottenere con i forse piu' pratici barbecue a gas. Prima di acquistare un barbecue occorre pero' fare alcune considerazioni, aiutati anche dai consigli di Linea VZ, un'azienda che da 30 anni produce e vende barbecues, caminetti, forni e stufe.

La variabili da considerare nella scelta del modello di barbecue sono soprattutto lo spazio a disposizione, le dimensioni della zona cottura e la frequenza di utilizzo. Va verificato che la zona destinata a diventare “angolo cottura” sia di dimensioni sufficienti, anche perche' il calore generato da un barbecue a legna e' elevato e soprattutto d'estate non e' opportuno avere un tavolo con gli ospiti seduti troppo vicino alla brace; inoltre, chi vive in zone molto ventose o soleggiate, dovrò mettere in conto un riparo adeguato per il barbecue.

Da non dimenticare la verifica delle norme edilizie e urbanistiche locali per il posizionamento rispetto ai confini della proprietà e ad altri fabbricati.

Il classico barbecue fisso può avere la caratteristica forma a casetta, oppure forme alternative; i barbecue possono essere acquistati già realizzati e solo da installare oppure fatti su misura, o ancora possono essere autocostruiti senza troppe difficolta'.

Per quello che riguarda i consigli per l’utilizzo del barbecue a legna, va tenuto conto che essenze di legna diverse producono fragranze diverse, pertanto i più esperti potranno scegliere il giusto legno da bruciare associato ad un tipo specifico di carne. I tipi di cottura con il barbecue fisso possono essere: cottura diretta (fiamma viva), cottura indiretta (effetto forno), piastra, spiedo e griglia. Prima di cucinare, il metallo della griglia va lasciato scaldare,  per poi procedere con l’unzione (della piastra o griglia) con un po’ di olio.

La carne da cuocere puo' essere messa a marinare qualche ora, ed in questo caso occorre scolarla bene dal liquido oleoso prima di metterla sulla griglia, per evitare un eccesso di fiamme; ungere con un pennello e un po’ d’olio la carne magra; privilegiare tagli piccoli e la carne tenera (pollo, salsicce, costate, filetto), mentre la carne di selvaggina è da evitare per la cottura su barbecue. Verdura e pesce vanno cotti per un breve tempo, mentre il formaggio va tagliato a fette spesse.

Terminata la cottura, la brace si lascia spegnere naturalmente: mai usare acqua per estinguerla, anche perche' lo sbalzo di temperatura potrebbe danneggiare il barbecue.



comments powered by Disqus