Barbecue e cucina outdoor

Barbecue a legna Melody e Santiago di Sunday

Barbecue a legna Melody e Santiago di Sunday

Sunday ha presentato le novità 2011 nella sua gamma di barbecue a legna: Melody e Santiago. Si tratta di due barbecue in muratura, prodotti professionali e di grande design che abbinano linee piacevoli ad alta tecnologia per offrire il massimo in tema di cottura all'aperto.

Il BBQ Melody rappresenta un nuovo concetto di cucina da esterno, facile, accessibile e versatile, con i suoi ampi piani lisci nella finitura Crystal che facilitano la pulizia. Il sistema modulare su cui si basa Melody comprende moltissime possibilità di realizzazione, in grado di rispondere alle più diverse esigenze di uso e pensato per sfruttare gli spazi a disposizione con la massima libertà e creatività.

Il barbecue permette infatti di coniugare tutte le funzionalità di una vera cucina con una strumentazione di alto livello, associando diversi i moduli disponibili:

- Barbecue funzionante a legna e carbonella, dotato di griglia biologica per una cottura senza grassi, con la possibilità di predisposizione di spiedo e braciere ventilato “easy Fire” per ottenere braci in metà tempo
- funzione cottura con fornello ad incasso, per evitare che i cattivi odori rimangano in casa…
- funzione lavello, per poter preparare il cibo direttamente in giardino
- piano di appoggio in Crystal, con porta in legno massiccio

Santiago è il nuovo barbecue dalle linee moderne ed eleganti che completa la gamma di barbecue in muratura di Sunday. Realizzato in granulato di marmo anticato con piano liscio nella finitura Crystal e ampi piani di appoggio, funziona a legna e carbonella ed è dotato di griglia biologica inox da 60x40cm, per una cottura senza grassi. Il braciere ventilato, inoltre, permette di ottenere braci in metà tempo. Grazie al suo design minimal, Santiago è un elemento di arredo outdoor versatile e adatto a diversi contesti, un prodotto che dura nel tempo, garantendo prestazioni da chef. Dimensioni L115 P69 H179.



comments powered by Disqus