Domotica e allarmi

Urmet Utopia, videocitofono con display TFT a colori

Urmet Utopia, videocitofono con display TFT a colori

Utopia è il videocitofono con display TFT a colori da 4” che garantisce una visione brillante e perfetta da qualsiasi angolazione, prodotto da Urmet Domus.

Da diversi anni Urmet studia e progetta i videocitofoni come veri e propri complementi d’arredo e non semplicemente come dispositivi di apertura di una porta.

Per questo l’azienda si affida ad architetti e designer di riconosciuta fama mondiale. Il videocitofono a colori Utopia è firmato Michele De Lucchi, da molti anni coinvolto in importanti progetti di architettura, di design industriale e di design dell’oggetto in Giappone, Germania e Italia.

Utopia è un videocitofono innovativo, con una forte componente tecnologica, curato in ogni dettaglio, dalla forma ai materiali, ai colori. Uno sportellino a scomparsa colorato, facilmente personalizzabile perché sostituibile da uno di colore diverso, nasconde i comandi di regolazione del volume e del contrasto.
L’altoparlante di chiamata è separato da quello del microtelefono, il volume di chiamata può essere regolato e la suoneria si può escludere inserendo la funzione “mute”, visibile sul monitor con un led verde. Un led rosso segnala invece l’apertura della porta.
Il tasto apriporta è retroilluminato e resta acceso per tutto il tempo in cui il display è attivo. Nella versione con microtelefono sono disponibili 3 tasti per servizi supplementari, come apertura porta secondaria o accensione luci scale, mentre nella versione vivavoce i pulsanti secondari sono due.

Per completare la gamma Urmet propone anche la versione vivavoce del videocitofono, che può essere installato ad appoggio parete oppure ad incasso, disponibile anche in bianco.
La grande prerogativa del videocitofono Utopia è che per la sua installazione non occorrono opere murarie per l’incasso: è infatti sufficiente utilizzare le apposite staffe. La tecnologia Urmet offre inoltre la possibilità di collegare più monitor in parallelo e di realizzare impianti intercomunicanti fino a 4 apparecchi.

comments powered by Disqus