Illuminazione

Maggiolina, la lampada kafkiana di Alessandro Zambelli per .exnovo

Maggiolina, la lampada kafkiana di Alessandro Zambelli per .exnovo

Maggiolina di Alessandro Zambelli, la nuova collezione di lampade da tavolo e da parete di .exnovo presentata in anteprima a Maison et Objet (Pad 8 now, Stand C19). Accanto a scienza e meraviglia, il designer aggiunge una dimensione fantastica, che riprende il tema surreale della metamorfosi: il precedente non può che essere rintracciato nella Metamorfosi di Kafka, in cui il protagonista si risveglia trasformato in uno sgraziato animaletto.

In Maggiolina, il racconto kafkiano diventa lo spunto per sviluppare un’altra metamorfosi, altrettanto surreale ma giocosa e coinvolgente: un maggiolino si trasforma in una lampada.

Ecco allora che nella forma bombata del diffusore in poliammide sinterizzato - realizzato in stampa 3D professionale - scorgiamo la gentile corazza delle elitre, pronta a svelare la fonte luminosa all’interno. Il gioco continua e suggerisce, anche nel basamento in ceramica artigianale, nuove parti e paragoni: a questo punto è chiara l’appartenenza di Maggiolina alla famiglia degli scarabeidi.  Disponibile nei colori bianco, ottanio, marsala e senape, le nuove lampade di .exnovo coniugano rigore tecnico e dimensione fantastica, calcolo e meraviglia, solidità e immaterialità, compattezza e leggerezza.

Tecnologia innovativa e artigianato, manifattura digitale e cura analogica: Maggiolina rivela un’ulteriore metamorfosi - intrinseca alla sua realizzazione - in grado di unire elementi apparentemente opposti tra loro. Il risultato - caratteristica di tutta la produzione .exnovo - è una sintesi in cui la tecnologia è al servizio dell’artigianato: nascono così collezioni di eccellenza manifatturiera che trasformano la produzione industriale in serie limitate e pezzi unici.

comments powered by Disqus