Pavimenti e rivestimenti

Lea Ceramiche a Cersaie 2014

Lea Ceramiche a Cersaie 2014

In occasione dell’edizione 2014 del Cersaie, lo spazio espositivo di Lea Ceramiche si presenta con un nuovo progetto allestitivo firmato da Diego Grandi: in scena un repertorio di nuove collezioni che si combinano a quelle già esistenti per rispondere alle esigenze abitative e architettoniche più attuali.

Il concept prevede un impianto architettonico ben congeniato e visibile a partire dalla parete esterna. Simulando il rivestimento di una facciata ventilata, le lastre Absolute Slimtech di 5mm di spessore, ricoprono l’intera superficie nel colore total white.



Tagli irregolari nella finitura Lev (levigata) bianco intenso delimitano l’entrata e l’intero perimetro dello spazio. All’interno tre aree espositive, che sottendono a due percorsi di ricerca che Lea Ceramiche sta sviluppando da tempo.

Il gres laminato Slimtech da un lato, con spessori ridotti e grandi formati. È il materiale più all’avanguardia di quest’ultimi anni che apre a sempre nuove sperimentazioni, ultimi il nuovo spessore 5 plus e la tecnologia della stampa digitale Lealab che consente massima personalizzazione e resa fotografica di altissima qualità.

Un altro tema esplora il filone imitativo del gres porcellanato. Grazie alle capacità tecnologiche dell’Azienda e al suo know-how, la riproduzione di materiali naturali quali il legno, la pietra, il marmo, sta raggiungendo risultati estetici di assoluta precisione. Dare profondità e movimento alla materia ceramica, riprodurre un’ampia varietà di disegni (le venature del marmo, i nodi del legno o le irregolarità della pietra), calibrare una corretta gamma cromatica, sono il risultato di innumerevoli prove e di una paziente ricerca di perfezione perseguita dall’Azienda e che rendono il gres porcellanato, oltre al prodotto più funzionale ed inalterabile nel tempo, anche il materiale più versatile e multiforme tra quelli esistenti.

Slimtech di Lea Ceramiche è l’evoluzione del gres porcellanato. In più spessori, 3, 3,5 e 5mm, si arricchisce quest’anno di tre nuove serie: Timeless Marble, Absolute e Nest.

Con Timeless Marble lastre rivoluzionarie ed imponenti amplificano e fanno rivivere la preziosità del marmo: le varianti grafiche, proposte in quattro colori, risaltano sui grandi moduli di 5,5mm di spessore e sorprendono per la precisione e la riproduzione del minimo dettaglio dei disegni.

Sorprendenti superfici in versione lucido brillante o matt intenso, proposte in soli due colori primari puri (total white e total black) danno origine ad Absolute: è l’evoluzione della tecnica che consente lavorazioni (la finitura levigata, lucida e quella matt opaca) inimmaginabili fino a qualche anno fa su spessori ridotti.
Grandi dimensioni, nuovo spessore, due nuove finiture in grado di attirare un pubblico sempre più numeroso e diversificato; una nuova sperimentazione sul materiale ceramico che apre a nuove e sempre più allargate possibilità di applicazione quali ad esempio il settore contract.

Sempre della serie Slimtech ma nello spessore di 3mm, la collezione Nest firmata da HOK Product Design e presentata in anteprima al Salone del Mobile di quest’anno, ricopre la parete della reception: i moduli irregolari presentati in una vivace versione cromatica, creano grandi forme esagonali, un intreccio di colori e forme per valorizzare e decorare qualsiasi superficie.

Fonte di ispirazione estetica e terreno di sperimentazione tecnologica, l’effetto cemento viene reinterpretato e ridefinito dalla nuova collezione District. Quattro varianti cromatiche che spaziano dal beige al grigio, tonalità essenziali che “annullano” il colore ma che si arricchiscono di contenuto materico. Quattro formati con moduli dalle dimensioni anche importanti, 90x90cm e 45x90cm, una nuova proposta dal gusto metropolitano con cui i progettisti possono esprimere la propria creatività progettuale.

Leggeri movimenti e delicate venature resi mediante la sempre più affinata tecnica di stampa digitale, caratterizzano Nova. Prodotta in quattro formati con una palette cromatica prevalentemente neutra composta da quattro varianti di grigio, si adatta a qualsiasi stile ed ambiente. Resistente alle macchie, all’umidità e facile da pulire, trova la più ampia trasversalità di utilizzo sia nell’interior, nel contract che in esterno, grazie alla finitura grip con effetto antiscivolamento.

Il viaggio alla scoperta di sempre nuovi modi di pensare alla ceramica, porta a riproporre un materiale antico, della tradizione, rivisitato e riproposto in chiave moderna. Nasce Stoneclay: una nuova serie che presenta cromie delicate e neutre, texture dall’effetto tattile morbido e avvolgente. Una collezione equilibrata, dall’aria familiare che si adatta a spazi dallo stile classico e ad ambienti con un’anima più contemporanea.

Tendenza natura in cui il legno è protagonista. La capacità mimetica della ceramica reinterpreta e ricrea la calda naturalità del legno. È il caso di Bio Lumber, gres porcellanato tutta massa, in cui la particolare lavorazione digitale mette in evidenza le venature tipiche dell’essenze lignee. La grafica, declinata in moduli diversi uno dall’altro e in tre varianti cromatiche, restituisce una personale interpretazione dell’effetto legno. Una chiara dimostrazione di come il materiale ceramico sia sempre in grado di rinnovarsi per rispondere ai mutevoli cambiamenti dello stile contemporaneo.

Racconta il tempo trascorso Sunrise. Venature lignee sono accentuate dal gioco di luce e ombre create dalla finitura particolarmente materica del gres porcellanato per richiamare la tattilità e la vibrazione delle superfici lignee. In un unico e nuovo formato 20x90cm, declinato in cinque tonalità, Sunrise si impone per la trama e la varietà grafica dei disegni. Un segno distintivo per valorizzare spazi caldi ed accoglienti.

Insieme alle novità prodotto visibili in fiera, la partecipazione di Lea Ceramiche alla manifestazione “fuori fiera” Bologna Water Design 2014, si esprime in qualità di partner tecnico nell’installazione di Zucchetti.Kos. Nel progetto dal titolo “Get Closer!” firmato da Diego Grandi, le lastre sottili Slimtech nella versione Timeless Marble fanno da cornice all’inedita interpretazione del soffione doccia, ambientata all’interno dell’Ex Ospedale dei Bastardini di Bologna.





comments powered by Disqus